• Categoria

  • archivi

  • Articoli Recenti

  • Post più letti

I regali della Natura.

Fiori

e piante selvatiche commestibili

Annunci

Primavera.

Una visita.

salamandra-pezzataSalamandra pezzata

Auguri di Buone Feste 2016

immagine-2

Aprile

Finalmente è arrivata sul serio la Primavera e si sente l’aria più mite mentre i raggi del sole caldo ci accarezzano. Purtroppo la vita frenetica che facciamo non ci fa sempre vedere ed ammirare i cambiamenti delle stagioni.

La Primavera mi fa un effetto strano, sarà forse per i profumi o la luce intensa, mi sento come se uscissi da un letargo e la sensazione che provo è come un giramento di testa. Ho bisogno di guardare e cercare i cambiamenti  sugli alberi, nei prati e gustare così la natura in tutti i suoi odori e colori.

La poesia del disgelo” è un titolo perfetto per questo articolo che ho trovato sul blog Denver&Dintorni. I fiori, con delicatezza, si fanno spazio fra la neve e le foglie secche, per poi splendere al sole e farsi così scoprire in queste splendide immagini.

p10008351p1010223p1010226

p10101651

p10101811

Prima di primavera ci sono dei giorni
che alita già sotto la neve il prato,
che sussurrano i rami disadorni,
e c’è un vento tenero ed alato.

Il tuo corpo si muove senza pena,
la tua casa non ti par più quella,
tu ricanti una vecchia cantilena,
e ti sembra ancor tanto bella…

Anna Achmatova

Quando la natura sembra un dipinto.

In questi giorni sta nevicando in tantissime località d’Italia, qui nulla, le giornate anche se molto fredde, sono belle, cielo azzurro, sole e, in lontananza, la catena delle Alpi imbiancate incorniciano il panorama.

Oggi, riferisce “La Stampa”, che l’Economist ha inserito Torino nella top ten delle città più inquinate del mondo. Il nuovo rapporto “Mal’aria” di Legambiente ribadisce l’allarme: il capoluogo piemontese è terza, ex aequo con Cremona, delle 51 città italiane su 95 in cui si sono sforati i livelli di polveri sottili.

Da diverso tempo non piove, questo inverno la neve non si è ancora vista, perciò nel frattempo  ammiro queste bellissime immagini dellAnsa:  mi fanno sognare e  mi allontano così per un poco dalla vita quotidiana.

Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte. (Edgar Allan Poe)

Winter in the Harz MountainsGermania

Snow emergency declared in Wisconsin.

Wisconsis
Winter Wildlife in Cheorwon County

La provincia di Gangwon in Sud-Corea
Winter in Romania

Neve a Bucarest

Terremoto in Giappone

Le immagini trasmesse in TV sono terribili, da fine del mondo: voragini, acqua, fuoco, case e coste inghiottite, treni dispersi. Il bilancio delle vittime e dei dispersi  aumenta vertiginosamente.

Molte le misure di prevenzione che il governo giapponese ha adottato in questi anni e queste hanno impedito che il bilancio di morte e distruzione assumesse proporzioni ben peggiori.

Ma davanti a questa forza della natura, cosa si può fare? Le parole contano nulla,

Dalle nostre case, con le nostre miserie quotidiane, che alcune volte ci sembrano insormontabili, possiamo solo immaginare il terrore e lo sconforto nelle persone, anche se abituate a convivere giornalmente con il terremoto. Li vediamo tutti in fila in coda, silenziosi, anche i bambini. Affrontano la disgrazia con dignità, calma e forza.

E’ forse una calma che nasconde drammi interiori. Nel 2010 in Giappone più di 30 mila persone si sono tolte la vita, un dato costante da tredici anni.

Adesso cosa accadrà?