Bucatini patriottici.

Da: “L’Abbuffone” di Ugo Tognazzi
– Storie da ridere e ricette da morire –
Dedicato a Marco Ferreri, Michel Piccoli,
Marcello Mastroianni, Philippe Noiret:
ovvero alla Grande Bouffe.

. . .
“Io ho il vizio del fornello. Sono malato di spaghettite.
Per me la cucina è la stanza più shocking della casa.
L’attore?A volte mi sembra di farlo per hobby. Mangiare no: io mangio per vivere.
E mi sento vivo davanti a un tegame. L’olio che soffrigge è una musica per le mie orecchie. Il profumo di un buon ragù l’adopererei anche come dopo barba. Un piatto di fettuccine intrecciate o una oblunga forma di arrosto, per me sono sculture vitali, degne di un Moore.
(dalla prefazione dell’Autore)”

Bucatini patriottici

Ingredienti (per 6 persone):
150 gr. di pancetta affumicata
mezz’etto di prosciutto crudo
una grossa cipolla
un decilitro di olio
75 gr. di burro
un bicchiere di vino bianco secco
mezzo chilo di pomodori pelati
un abbondante ciuffo di prezzemolo
mezzo peperoncino rosso
uno spicchio d’aglio
un etto di parmigiano
mezz’etto di pecorino forte
mezzo chilo di bucatini

Versare metà dell’olio e 25 gr. di burro in una padella. Quando il burro e l’olio soffriggono, aggiungete lo spicchio d’aglio schiacciato, che toglierete non appena avrà preso colore. Avrete intanto tagliato la pancetta affumicata in dadini (a dadini per dire, io la taglio in piccolissimi parallelepipedi), e il prosciutto crudo a filettoni.
Mettere nella padella prima la pancetta, e poi il prosciutto, lasciandoveli finché non diventino quasi croccanti.
Dimenticavo un pezzetto di peperoncino rosso.
In un altro tegame mettete a soffriggere la cipolla tagliata a fettine (e quindi non tritata), con il restante olio e altri 25 gr. di burro. Quando la cipolla avrà preso un colore dorato versate il bicchiere di vino bianco secco. Appena il vino sarà evaporato, aggiungere i pomodori pelati.
Mescolate lentamente con un cucchiaio di legno. E’ bene che il pomodoro non si spappoli completamente. Fate cuocere per 10-12 minuti. A questo punto prendete il contenuto della padella e versatelo nel secondo tegame. Fate cuocere per altri 5-6 minuti. Se avete i nervi saldi e non vi emozionate, questo sugo potete prepararlo mentre cuociono i bucatini, che cercherete di scolare al dente. Metteteli in una capace zuppiera, e conditeli prima con 25 gr. di burro, e poi con quasi tutto il sugo, meno un mestolino.
Intanto avrete tritato finemente il ciuffo di prezzemolo e grattugiato sia l’etto di formaggio parmigiano che il mezzo etto di formaggio pecorino forte, mischiandoli insieme. Dopo aver condito la pasta nella zuppiera con il burro ed il sugo, aggiungete metà del formaggio grattugiato, e mischiate bene.
Vi sarà rimasto il ciuffo di prezzemolo tritato, la metà del formaggio e il mestolo di sugo. Se guardate i colori, sapete già dove vado a parare.
Prendete il prezzemolo e create una specie di pista intorno al bordo della zuppiera fumante; poi, all’interno, con il formaggio, un’altra pista più o meno dello stesso spessore; e al centro versate il mestolo di sugo rosso fiammeggiante. Cosa si avrà? Una coccarda tricolore che nasconde un piatto di saporitissimi bucatini.
Servire con sottofondo di fanfara: vi consiglio la marcia dei bersaglieri.”

Annunci

2 Risposte

  1. Uno dei migliori piatti della mia vita che ritorna fisso in tutte le ricorrenze e le adunate famigliari con immutato successo

    • E’ un piatto di sicuro successo: buono, allegro, ideale da gustare in compagnia. Grazie della visita. Saluti e auguri di Buone Feste.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: