Divertimento sulla neve

 

Annunci

Scoiattolo grigio in città

Si notano sempre più spesso questi scoiattoli grigi, nome scientifico “Sciurus carolinensis”, correre per le strade della città in cerca di cibo. Si sono diffusi in poco tempo nei parchi, si possono vedere sugli alberi, a terra e frequentemente anche per le strade e marciapiedi.

Finalmente sei arrivato!

Finalmente il 20 ottobre sei arrivato, dopo essere stato cullato e protetto per nove mesi nella pancia della mamma, benvenuto Leonardo.

Il tuo arrivo ci ha riempito di gioia, sono nuovamente nonna, un regalo bellissimo grazie ai tuoi genitori.

Grazie anche alle ostetriche Sabrina e Rossana che ti hanno aiutato a venire al mondo, sono state professionali ma anche molto umane, hanno reso quel giorno magico.

Buona vita piccolo raggio di sole, ti auguro tutto il bene possibile.

Parla, canta, sorridi al tuo bambino,

fin da quando viene al mondo:

la tua voce lo accarezza, lo conforta, lo circonda.

Aspetta, con calma, che lui ti risponda.

Viaggia con lui, tra parole e colori,

trasforma il suo mondo in piccole storie:

fagli capire, con gesti e parole,

la tenerezza dell’essere insieme.

Le storie che ascolta lo portano in volo,

gli danno parole che non conosceva,

gli mettono in fuga i mostri più cupi,

rispondono quiete a mille perché.

Leggi ogni giorno con il tuo bambino.

Digli così quanto bene gli vuoi,

fagli un regalo che dura per sempre.

(Rita Valentino Merletti)

Autunno, primi colori.

Ora il fuoco d’autunno brucia lento lungo i boschi,

E giorno dopo giorno le foglie cadono e s’impoltigliano

E notte dopo notte il vento minaccioso geme

Nelle serrature, e racconta di campi vuoti,

Di montane solitudini, di ondate ampie e cupe.

Ora si sente la potenza della malinconia,

Più tenera nei suoi umori d’ogni gioia

Che elargisce l’indulgente estate.

William Allingham, poeta irlandese (19 marzo 1824 – 18 novembre 1889)

Da “Il diario di campagna di una signora inglese del primo novecento” – Edith Holden, artista e insegnante d’arte britannica (26 settembre 1871 – 15 marzo 1920)

L’attesa …

… ti stiamo aspettando

Ma il cielo è sempre più blu

Ma il cielo è sempre più blu, una canzone del 1975 di Rino Gaetano, all’anagrafe Salvatore Antonio Gaetano, (Crotone 29 ottobre 1950 – Roma 2 giugno 1981).

Un capolavoro dell’epoca ed un testo ancora purtroppo attualissimo, una denuncia dei problemi sociali, delle differenze, delle ingiustizie.  Nonostante le sorprese, non sempre buone, la vita va avanti.

Chi vive in baracca, chi suda il salario / chi ama l’amore e i sogni di gloria / chi ruba pensioni, chi ha scarsa memoria / Chi mangia una volta, chi tira al bersaglio / chi vuole l’aumento, chi gioca a Sanremo / chi porta gli occhiali, chi va sotto un treno / Chi ama la zia chi va a Porta Pia / chi trova scontato, chi come ha trovato / na na na na na na na na na / Ma il cielo è sempre più blu uh uh, uh uh, / ma il cielo è sempre più blu uh uh, uh uh, uh uh…

Chi sogna i milioni, chi gioca d’azzardo / chi gioca coi fili chi ha fatto l’indiano / chi fa il contadino, chi spazza i cortili / chi ruba, chi lotta, chi ha fatto la spia /na na na na na na na na na / Ma il cielo è sempre più blu uh uh, uh uh, / ma il cielo è sempre più blu uh uh, uh uh, uh uh…

Testo completo e Video:http://www.calatafimisegesta.it/cielo-sempre-blu/

Peperoncini piccanti “scorta per l’inverno”.