Dedica: “Tu non sai” di Alda Merini

Piccola, per il tuo compleanno di domani, ti dedico questa poesia. Auguri e, ricordati, sono sempre con te

Tu non sai
Tu non sai : ci sono betulle che di notte levano le loro radici,

e tu non crederesti mai che di notte gli alberi camminano

o diventano sogni.

Pensa che in un albero c’è un violino d’amore.

Pensa che un albero canta e ride.

Pensa che un albero sta in un crepaccio

e poi diventa vita.

Te l’ho già detto : i poeti non si redimono,

vanno lasciati volare tra gli alberi

come usignoli pronti a morire

Alda Merini, poetessa e scrittrice.

Betulle

Non chiedere al fiore

Non chiedere al fiore di darti il colore

Non chiedergli di darti il profumo

Dagli uno sguardo

Vivrà anche per questo

Lavori in corso …

Peperoncini piccanti ed erbe aromatiche, da coccolare, prima del trasferimento a terra.

Amicizia, gioco, divertimento e … un po’ di sana competizione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I regali della Natura.

Fiori

e piante selvatiche commestibili

Primavera.

“Farò della mia anima uno scrigno per la tua anima … “

“Farò della mia anima uno scrigno per la tua anima, del mio cuore una dimora per la tua bellezza, del mio petto un sepolcro per le tue pene.

Ti amerò come le praterie amano la primavera, e vivrò in te la vita di un fiore sotto i raggi del sole.

Canterò il tuo nome come la valle canta l’eco delle campane; ascolterò il linguaggio della tua anima come la spiaggia ascolta la storia delle onde.”

Khalil Gibran da “Le ali spezzate”